o didattico

Mod

h

Argomento

Programma

Docenti

Alcuni riferimenti

1

1

Presentazione corso


Ing. Silvio Saffioti (CNVVF, Genova), (UniGe)


2

5

Metodologia per il processo prestazionale nella progettazione degli edifici

  1. Metodologia SFPE

  2. Introduzione concetto di performance criteria

  3. Modalitą di presentazione dei progetti (DM)

  4. Documentazione di progetto (linee guida)

Ing. Luca Nassi
(CNVVF, Siena)

DM 9 maggio 2007, Linee guida osservatorio, ISO/TR 13387-1:1999, PD 7974-0:2003, SFPE Engineering guide to performance based fire protection, Marsella Nassi L'ingegneria della sicurezza antincendio e il processo prestazionale EPC

3

6

Chimica e fisica del fuoco

  1. Descrizione qualitativa della combustione

  2. Termochimica della combustione

  3. Cenni sulla pirolisi

  4. Proprietą combustibili, descrizione qualitativa innesco e propagazione

  5. Prodotti della combustione

  6. Equilibri chimici delle reazioni di combustione (produzione CO)

Prof. Giorgio A. Costa (UniGe, DCCI)

D Drysdale, An introduction to fire dynamics, Wiley, 1999

G Quintiere, Fundamentals of fire phenomena, Wiley, 2006

4a

4

Termodinamica, fluidodinamica e trasmissione del calore

  1. Conduzione in transitorio: corpo sottile, corpo solido semi-infinito ed applicazioni.

  2. Cenni di convezione naturale

(UniGe, DIPTEM)


4b

4

  1. Leggi di conservazione

  2. Movimento dei fumi: piano neutro, effetto camino, EFC...

  3. Simulazione d'incendio: modelli a zone, modelli di campo

Ing. Francesco Devia (UniGe, DIPTEM)

B Karlsson, J Quintiere, Enclosure fire dynamics, CRC Press, 2000

4c

6

  1. Irraggiamento ed applicazioni.

(UniGe, DIPTEM)


4d

2

  1. Descrizione della procedura per la valutazione del rischio di incendio in una galleria stradale e ferroviaria

Ing. Francesco Devia (UniGe, DIPTEM)


4e

4

  1. Descrizione dei modelli per la parametrizzazione di fiamma e la stima del carico radiante

Prof. Marco Fossa (UniGe, DIPTEM)


5

8

Initiation and development of fire and generation of fire effluents (ISO SS1)

  1. Definizione scenari di incendio ed incendi di progetto.

  2. Calcolo: HRR, produzione di fumi, dimensione e temperatura del focolare, temperatura nel compartimento, tempo fino al flashover, area coinvolta dall'incendio

Ing. Antonio La Malfa (CNVVF, Reggio Calabria)

ISO/TR 13387-2:1999, ISO/TR 13387-4:1999, PD 7974-1:2003, Eurocode 1, NFPA 555, La Malfa Approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio Legislazione Tecnica

6

12

Movement of fire effluents (ISO SS2)

  1. Simulazione analitica

  2. Simulazione numerica con CFAST ed FDS

Ing. Emanuele Gissi
(CNVVF, Genova)

ISO/TR 13387-5:1999, PD 7974-2:2003, ASTM E 1355-90, ISO/TR 13387-3:1999

7a

10

Structural response and fire spread beyond the enclosure of origin (ISO SS3)

  1. Resistenza al fuoco

  2. Verifica strutturale

  3. Meccanismi di propagazione dell'incendio (facciate continue, impianti...)

Ing. Luca Ponticelli (CNVVF, Roma)

ISO/TR 13387-6:1999, PD 7974-3:2003, Eurocodes, DM 9 marzo 2007, DM 16 febbraio 2007

7b

2

  1. Protezione passiva al fuoco delle strutture e sistemi di compartimentazione

Ing. Marco Antonelli (PROMAT, Genova)


8

4

Detection, activation and suppression (ISO SS4)

  1. Impianti di rivelazione: tipologie e tempi

  2. EFC: scopo e calcolo

  3. Impianti di spegnimento (sprinkler, deluge, polvere, schiuma, water mist, clean agent, aerosol): scopo e cenni di dimensionamento

Ing. Sandro Gambelli (CNVVF, Genova)

ISO/TR 13387-7:1999, PD 7974-4:2003, NFPA 92B

9

4

Life safety: occupant behaviour, location and condition (ISO SS5)

  1. Metodologia

  2. Calcolo dell'ASET: concetto di fractional effective dose

  3. Calcolo dell'RSET: strategie, scenari comportamentali, parametri, modelli analitici e numerici di evacuazione

Arch. Stefano Zanut (CNVVF, Pordenone)

ISO/TR 13387-8:1999, PD 7974-6:2004, ISO 13571, ISO/DTS 16738

10

2

SGSA, sistema di gestione della sicurezza antincendio


Ing. Sandro Gambelli (CNVVF, Genova)

DM 9 maggio 2007

11a

2

Esperienze progettuali

Progettazione del Pad B della Fiera di Genova

Ing. Roberto Orvieto
(OR+, Genova)


11b

4

Esperienze progettuali

Ing. Alessandro Leonardi
(Stil, Roma)


Verifica apprendimento

La verifica dell'apprendimento consiste in questionari a risposta multipla consegnati ai discenti dopo ciascun weekend di lezione. Le risposte esatte vengono consegnate all'inizio del weekend successivo o per email. I questionari sono costituiti da 20 domande a 3 risposte multiple, fornite dai docenti.

Calendario moduli

indietro

Home


Last change: 25/03/2009 10:24:41